Un legame sicuro per sostenere ogni tuo passo...

I RISCHI PER L’IMPRESA NELL’EMERGENZA CORONAVIRUS

“FASE 2”, LA GESTIONE DEL RISCHIO PENALE PER I DATORI DI LAVORO

Nella situazione creata dalla pandemia del Coronavirus il datore di lavoro è esposto a responsabilità penali, qualora abbiate stipulato una polizza Rct/Rco, per danni verso terzi e verso operai e dipendenti, siete tutelati in caso di richieste di terzi per il contagio da Covid-19 e dalle rivalse dell’Inail e dell’Inps nei luoghi di lavoro. Più sicurezza per il datore di lavoro e per il Suo patrimonio

Se vuoi chiedere informazioni ai nostri Consulenti e scoprire le coperture che abbiamo studiato per i nostri imprenditori vai qui

Assiveneta propone la copertura di:

  • Difesa penale da infortunio per Covid, opposizione verso il blocco dell’Azienda per violazioni in materia di sicurezza, opposizione a tutte le sanzioni pecuniarie e spese di resistenza

Alcuni esempi:

  • viene riscontrata la positività a Covid-19 ad un dipendente che si ritiene abbia subito il contagio sul luogo di lavoro. Il datore è sanzionabile per una serie di violazioni al Decreto Legislativo 81/08; può anche essere avviato dal giudice penale in procedimento a carico dell’impresa per violazione del Decreto 231/01
  • un vostro dipendente sostiene di aver contratto l’infezione da Covid-19 durante l’orario di lavoro e vi querela: è necessario difendersi contro il procedimento penale instaurato. Se la prognosi supera i 40 giorni, il processo si può avviare d’ufficio anche senza querela del dipendente
  • un terzo vi potrebbe chiedere i danni se prova di aver contratto il virus in uno dei vostri locali perché nessuno aveva la mascherina o rispettava le distanze